SCHEDA FILM

Descrizione: 

EVENTO SPECIALE 8, 9 E 10 DICEMBRE "NAPOLEONE NEL NOME DELL'ARTE" MULTISALA LUX, ODEON, INTRASTEVERE E TIBUR.

L’8, 9, 10 novembre sarà la volta di un grande personaggio. Ci chiederemo infatti: chi era veramente Napoleone? NAPOLEONE. NEL NOME DELL’ARTE racconta come la passione del Bonaparte – talvolta l’ossessione del Bonaparte – per l’arte e il sapere, abbia cambiato il volto della cultura moderna: dalla nascita di scuole, biblioteche e musei pubblici (tra cui Brera e il Louvre) alla fondazione dell’egittologia grazie alla campagna d’Egitto, dalle straordinarie scoperte archeologiche alle spoliazioni di opere d’arte, sino ad arrivare ai dipinti e alle sculture a lui dedicate. Entreremo nella mente di Napoleone e nelle sue predilezioni letterarie, nella sua psicologia, nella sua passione smodata per l’affermazione di sé, che tanto ha ispirato uomini di potere, intellettuali, dittatori nel corso dei secoli successivi. Il punto di partenza di questo viaggio sarà Milano, città che Napoleone scelse come capitale del Regno d’Italia da lui creato, che avrà sempre con l’imperatore un rapporto di speciale affinità, tanto da ospitarne anche l’incoronazione del 1805. Così, per la prima volta da allora, ascolteremo le musiche originali composte appositamente per la cerimonia e solo di recente riscoperte nell’archivio del Conservatorio di Milano. Per l’occasione seguiremo anche il restauro del manto indossato quel giorno da Napoleone e degli oggetti cerimoniali che lo accompagnavano.

EVENTO SPECIALE 29, 30 NOVEMBRE E 1 DICEMBRE "POMPEI EROS E MITO"

Il docu-film mette a nudo i miti e i personaggi che hanno contribuito a rendere immortale questo sito straordinario cristallizzato dalla drammatica eruzione del 79 d.C. Dalla storia d’amore tra Bacco e Arianna al rapporto ambiguo tra Leda e il Cigno, dalla sete di sangue soddisfatta dalle lotte gladiatorie alla disperata ricerca dell’immortalità di Poppea Sabina, POMPEI. EROS E MITO analizza i miti, le leggende e gli aspetti più segreti della città. A condurci attraverso le strade della città una narratrice d’eccezione: Isabella Rossellini diretta dalla regia visionaria di Pappi Corsicato. La presenza e la voce della Rossellini e la colonna sonora originale di Remo Anzovino ci accompagneranno lungo un percorso che mostrerà come i miti e le opere ritrovate abbiano ammaliato e influenzato artisti del calibro di Pablo Picasso e Wolfgang Amadeus Mozart. Una danza in equilibrio sul sottile filo invisibile che separa la leggenda dalla realtà, capace di attraversare i secoli ed ispirare il mondo contemporaneo.

Genere: 
Documentario